Arsoli

Territorio equo, con ritrovamenti d’epoca romana del II sec. a.C., il paese nasce intorno all’anno mille (997) e conserva tutt’ora pressochè intatto il centro storico medioevale e le antiche viuzze. Il castello Massimo sorto nell’XI sec. come convento-castello dell’Abbazia di Subiaco e successivamente fortificato, ha notevoli affreschi di Federico Zuccari, Marco Benefial, Antonio Macci.La chiesa parrocchiale intitolata al SS. Salvatore è del ‘500, ricostruita su disegno di Giacomo della Porta conserva una bellissima “Trasfigurazione” del Domenichino, una tela di Marco Benefial, due tele del seicento di ignotoLa piccola chiesa di S. Rocco, situata nel Borgo omonimo di Arsoli, custodisce un ricco patrimonio di storia e di arte negli affreschi che ricoprono le pareti e la volta e nelle numerose memorie graffite ed a pennello che si possono leggere sulle pareti.

Percorsi a piedi : http://www.prolocodiarsoli.it/natura.htm